Skip to main content

L’essenziale in breve

Prevedere quattro zone: 1) magazzino 2) spogliatoio 3) area di preparazione 4) piazza di riempimento e lavaggio;

Stoccare sempre i prodotti fitosanitari negli imballaggi originali e privilegiare contenitori ergonomici (dosaggio, manipolazione, apertura, ecc.);

Stoccare i prodotti in base a formulazione (polveri sopra ai liquidi), peso (prodotti pesanti in basso), tipo di prodotto e pericolosità;

Non stoccare altri prodotti nel magazzino riservato ai PF (come concimi, mangimi, ecc.);

Predisporre un assorbente minerale in caso di rovesciamento accidentale;

Utilizzare lo spogliatoio per riporre e pulire i propri indumenti e i DPI e per fare la doccia;

Progettare l’area di preparazione in modo da poter dosare i PF con precisione, senza perdite né rischi per l’utilizzatore o l’ambiente;

Sulla piazza di riempimento deve essere possibile poter regolare il volume d’acqua e impedire lo straripamento e il riflusso nelle condotte idriche (contatore volumetrico, braccio mobile a collo di cigno).

Le quattro zone in sintesi:

Il magazzino

Il magazzino riservato ai PF deve garantire la sicurezza dell’utilizzatore e dell’ambiente, oltre a assicurare la qualità dei prodotti immagazzinati. Si dovrebbe prestare particolare attenzione ai seguenti punti:

  • Il magazzino deve essere al sicuro da inondazioni, separato da abitazioni, attività umane o animali, lontano dai corsi d’acqua e riservato unicamente allo stoccaggio di PF (nessun deposito p. es. di concimi, mangimi o combustibili).
  • Il magazzino deve essere chiuso a chiave in modo che sia inaccessibile alle persone non autorizzate ①. Sulla porta, che deve aprirsi verso l’esterno, devono essere appesi cartelli di avvertenza (vietato l’accesso alle persone non autorizzate | attenzione alle sostanze nocive | vietato fumare | numeri di emergenza | indossare i dispositivi di protezione individuale (DPI): guanti, protezione del viso, grembiule, ev. maschera di protezione delle vie respiratorie). Un possibile modello di copia sono gli avvisi di avvertimento di SwissGAP, disponibili su agrosolution.ch (Registro 15).
  • Il pavimento deve essere impermeabile ②, non drenato tramite canalizzazioni e dotato di un bordo ③, oppure i ripiani devono essere muniti di vasche di ritenzione.
  • Il locale deve essere resistente al gelo (p. es. dotato di riscaldamento) ④ in modo che i prodotti non ghiaccino ed essere provvisto di fori di aerazione (in alto) e di ventilazione (in basso) ⑤.
  • Il magazzino deve essere sufficientemente illuminato ⑥ per poter leggere le etichette e l’interruttore della luce deve trovarsi all’esterno del locale.
  • Il magazzino deve essere sufficientemente grande e costruito con materiali ignifughi. oppure i prodotti devono essere riposti in armadi metallici. I ripiani devono essere costruiti in materiale ignifugo, non assorbente e resistente alla ruggine. Le istruzioni di sicurezza adeguate, i numeri di emergenza e il divieto di fumare devono essere segnalati anche all’interno del magazzino ⑦.
  • I prodotti devono essere immagazzinati correttamente (imballaggi pesanti e prodotti liquidi in basso, prodotti in polvere in alto) e ordinati per categoria (erbicidi-fungicidi-insetticidi-altro) ⑧.
  • I prodotti particolarmente pericolosi (con proprietà carcinogene, mutagene o tossiche per la riproduzione (CMR), contrassegnati con il teschio) sono da stoccare separatamente ⑨.
  • I PF devono essere conservati nella loro confezione originale. Predisporre uno spazio per i prodotti scaduti o non più omologati ⑩.
  • In caso di rovesciamento accidentale deve essere presente un’assorbente minerale ⑪, una scopa e un secchio dell’immondizia.
  • Predisporre anche un contenitore ⑫ per le confezioni vuote risciacquate, i sacchetti e le scatole.
  • In tutti i locali è vietato mangiare, bere o fumare.

Lo spogliatoio

Uno spogliatoio ben organizzato aiuta a ridurre il rischio di contaminazione durante le diverse fasi del trattamento, proteggendo la salute dell‘utilizzatore e permettendogli di lavarsi, cambiarsi, stoccare e risciacquare i dispositivi di protezione individuale (DPI).

  • Idealmente, devono essere presenti due armadi a compartimentazione doppia ①: uno per separare gli effetti personali dai vestiti da lavoro e uno per separare i DPI nuovi da quelli usati.
  • Il poster «Standard per la protezione degli utilizzatori» ② facilita la scelta dei DPI.
  • Lo spogliatoio deve trovarsi accanto al magazzino e deve essere dotato di un gabinetto, un lavandino con rubinetto azionabile con gomito, ginocchio o sensore ③, un cestino per i DPI usati, una doccia e, idealmente, una lavatrice apposita ④.
  • L‘equipaggiamento di emergenza ⑤ (estintore e kit di pronto soccorso) deve sempre essere a portata di mano.

L’area di preparazione

L’area di preparazione deve essere allestita per dosare e misurare i prodotti durante la preparazione della poltiglia. I prodotti, prelevati dal magazzino, sono dosati e miscelati al momento del riempimento dell’irroratrice. Un‘area di preparazione ben organizzata aiuta ad evitare errori di dosaggio, assicura la tracciabilità del prodotto e minimizza i rischi di contaminazione e distrazione.

  • L’area di preparazione deve essere facilmente raggiungibile dal magazzino e dallo spogliatoio, deve trovarsi nelle immediate vicinanze della piazza di riempimento, avere un pavimento impermeabile ①, vessere ben ventilata ② e protetta dalle intemperie.
  • Anche qui, devono essere presenti un kit di pronto soccorso ③ con istruzioni di sicurezza (cosa fare in caso di incidente) e un lavaggio oculare ④.
  • Il protocollo di trattamento deve essere appeso al muro ⑤.
  • Deve essere presente un tavolo dell’altezza giusta e con una superficie di lavoro sufficientemente grande ⑥.
  • Il piano di lavoro deve essere facile da pulire, dotato di strumenti di misura apposit ⑦ (bilancia, misurino intatto con scala leggibile e beccuccio antigoccia) e non deve essere utilizzato per appoggiare permanentemente materiale vario.

La piazza di riempimento e lavaggio

L‘area di riempimento e lavaggio dovrebbe essere idealmente situata vicino agli spazi precedentemente descritti e può eventualmente essere progettata e utilizzata congiuntamente ad altre aziende. Essa deve essere concepita per riempire il serbatoio e mescolarvi i prodotti, pulire l’attrezzatura e recuperare l’acqua di lavaggio. Dovrebbe inoltre essere progettata per escludere i rischi di contaminazione ambientale. I requisiti legali riguardanti la protezione delle acque si trovano nella scheda tecnica di AGRIDEA «Piazza di riempimento e lavaggio per irroratrici - a cosa prestare attenzione?».

  • Per evitare eventuali trabocchi durante il riempimento, dovrebbe essere previsto un serbatoio intermedio per l’acqua ① di un volume uguale o inferiore a quello del serbatoio dell’irroratrice.
  • Un contatore volumetrico ② montato sul tubo di riempimento è un sistema ancora più preciso che aiuta a ridurre al minimo i resti di poltiglia.
  • Un braccio mobile a collo di cigno ③ montato in alto o una valvola antiriflusso impediscono il riflusso dei PF nelle condotte idriche.
  • Prevedere una vaschetta per lasciar sgocciolare ④ gli imballaggi vuoti e risciacquati.
  • Per il lavaggio dovrebbe essere a disposizione un’idropulitrice ⑤.
  • L’acqua di lavaggio deve essere recuperata ⑥ in una fossa per liquami attiva, in un serbatoio di ritenzione o in un sistema di trattamento.

Trucchi e consigli

Magazzino

  • Predisporre una piccola area per i prodotti scaduti e/o da smaltire.
  • La lettiera per gatti è una polvere assorbente a buon mercato da utilizzare in caso di rovesciamento.

Spogliatoio

  • Appendere un poster che illustri la procedura corretta per indossare e rimuovere i DPI.

Area di preparazione

  • Idealmente il piano di lavoro deve essere all’altezza degli avambracci piegati a 90°.
  • Predisporre un blocco per appunti o una pinza per appendere al muro il protocollo di trattamento.
  • Strumenti di misura appositi: una bilancia precisa al grammo con numeri grandi e ben leggibili, un cilindro graduato da 1 l e uno da 5 l.
  • Ridurre al massimo le manipolazioni: acquistare i prodotti in imballaggi di dimensioni che corrispondano al dosaggio desiderato ed evitare le confezioni superiori ai 10 kg.

Piazza di riempimento

  • Predisporre una vaschetta per lasciar sgocciolare gli imballaggi vuoti e risciacquati e un’area per risciacquare, lavare e asciugare i DPI.